smarthphone

Tutti promossi = tutti bocciati

/
0 accessi unici

Come al solito non si capisce nulla. Secondo un copione ormai comune da quando è iniziata l’epidemia, il governo dice una cosa, poi un’altra, poi se la rimangia… poi fa uscire veline sui quotidiani che subito dopo smentisce. In questo caso è la ministra “con il rossetto”, Lucia Azzolina, che sta facendo impazzire le famiglie.

La sindrome dello studente casalingo…

0 accessi unici

Molti genitori, in Italia, continuano ad andare a lavorare, nonostante gli appelli e forse anche nonostante la loro volontà. Ci sono lavori che non possono essere svolti a casa o servizi che richiedono la loro presenza. I figli, invece, con le scuole chiuse – ancora non si sa esattamente per quanto tempo ma probabilmente sarà

Smartphone e terza età, difficoltà e vantaggi

0 accessi unici

Nelle diverse circostanze di relazione personale e di lavoro, posso testimoniare una crescente richiesta di aiuto da parte di persone anziane che hanno difficoltà nel gestire il loro rapporto con lo smarthphone (più genericamente con i device digitali). Spesso gli anziani sono costretti a rassegnarsi rinunciando alle App, alle innovazioni e alle diverse “diavolerie” tecnologiche

Se lo smarthphone diventa la nuova “Tv dei ragazzi”

0 accessi unici

Fino agli anni 70 del secolo scorso, nel mese di settembre, durante le vacanze scolastiche, vi era un evento televisivo unico: mamma Rai, mandava in onda un film (allora solo in bianco e nero) nelle ore del mattino! Era proprio un evento raro, infatti la programmazione Tv del tempo consentiva solitamente di vedere uno o

Lo smarthphone esorcizzato diventa una fonte antistress

0 accessi unici

Questi smarthphone sempre con noi, attaccati a noi, quasi come una possessione diabolica, sono spesso accusati di generare ansia con fenomeni di panico, stress psicofisico oppure disturbi comportamentali sollecitati dall’alterazione del ritmo sonno-veglia; e chi più ne studia (di patologie emergenti) più ne riscontrerà. Dunque che fare? Come diceva lo psicologo Carl Gustave Jung: dove