Roberto Gualtieri

Il ruolo di Gualtieri: don Abbondio o carnefice?

0 accessi unici

Seconda parte – Giovedì scorso, pubblicavamo – tra i pochi in Italia – il testo integrale del documento firmato da oltre 100cattedratici ed economisti di fama internazionale che metteva in guardia il governo dall’accettare i finanziamenti del Fondo salva-Stati. Venerdì, poi, a seguito degli attacchi cui i 101 sono stati sottoposti dai media filo-governativi, abbiamo

101 economisti contro il MES

/
0 accessi unici

Non siamo solo noi, non è solo il popolo italiano che ha un sacrosanto terrore di finire stritolato dal Meccanismo Europeo di Stabilità, tanto fortemente voluto dal ministro Gualtieri e incautamente accettato anche dal premier Conte. Su quel fronte si sono schierati solo gli interessi politico-economici legati a lobby di potere (quindi Pd, Italia viva

Il Venerdì Santo dell’Italia

/
0 accessi unici

L’ha ripetuto con fiera chiarezza: «Io ho una sola parola: la mia posizione e quella del governo sul MES non è mai cambiata e mai cambierà». In un primo momento, qualche giorno fa, alla stessa frase aveva anche aggiunto una espressione che è la sua paranoia: «La storia ci giudicherà». Lui è Giuseppe Conte, Sommo

I professionisti del Caos

/
0 accessi unici

Non è una questione politica, è una questione tecnica. Nei momenti delle difficoltà e di emergenza servono persone decise che comprendono la situazione e agiscono di conseguenza rapidamente. Non servono persone titubanti, burocrati ottusi, esperti in cavilli, perditempo e “furbastri”. Purtroppo per noi, invece, l’emergenza coronavirus è stata affrontata proprio da una banda di figuri

L’Italia è un modello… da NON imitare

/
0 accessi unici

Anche Europa e Usa sono ora travolti dal coronavirus e, in casa nostra, qualche commentatore asservito ha tentato di dire che nel resto del mondo si sta copiando un “modello Italia”. Un modello che, se esiste, è preso a esempio di cosa non bisogna fare. Infatti, se l’Italia ha colpevolmente tardato con i provvedimenti di

La favola continua… il decreto non è in Gazzetta

/
0 accessi unici

AAA Cercasi testo del decreto approvato ieri pomeriggio ma, guarda e riguarda, cerca e ricerca, in Gazzetta Ufficiale il testo ancora non c’è. Ci sono però le “bozze”, casualmente “uscite” come al solito da Palazzo Chigi in esclusiva per il Corriere della sera. Così, ancora non sono finite le vicende del mastodontico decreto “Cura Italia”

La favola del decreto: il ministro e l’ortolano

/
0 accessi unici

C’era una volta… C’era una volta un decreto per affrontare l’emergenza economica dovuta al coronavirus. Il governo aveva fretta, voleva dimostrare di agire tempestivamente e, così, decise inizialmente di vararlo giovedì. Però, poi, sembrava che ci avessero ragionato poco; così lo spostarono al venerdì, dopo incontri, incontri e incontri. Tuttavia, qualche superstizioso, decise che venerdì

UE lacerata: ma il coronavirus non blocca il MES

0 accessi unici

Forse l’Unione Europea non riuscirà a imporre già domani l’introduzione del deleterio Meccanismo Europeo di Stabilità. L’Eurogruppo potrebbe rimandare la questione, preso atto del tragico affermarsi dell’emergenza Covid-19 in tutti e 27 i Paesi. Come avevamo documentato, infatti, domani pomeriggio, al primo punto dell’ordine del giorno c’era proprio “L’approvazione politica del pacchetto” MES, anticipata rispetto all’appuntamento

Prove tecniche di dittatura (in salsa europea)

/
0 accessi unici

È pur vero che tre indizi non fanno una prova ma, negli anni Settanta, hanno creato il mito del “colpo di Stato” per molto meno. La situazione è più che propizia per l’assunzione di pieni poteri e Conte è ormai palesemente in pieno delirio di onnipotenza. Supportato in questa sua follia ed eterodiretto da una

Un’emergenza: tre urgenze

/
0 accessi unici

Mentre il coronavirus colpisce la salute e l’economia del nostro Paese ci sono anche altre minacce e altre necessità urgenti a cui dobbiamo guardare con attenzione. Guai a farci distrarre dall’emotività e dalla banalità di cui sono stracolme le televisioni e i media in questi giorni. Infatti, mentre si moltiplicano fino alla nausea i pur