referendum

350 “buoni” motivi per cui non si voterà

0 accessi unici

Rassegniamoci, non c’è nessuna speranza di andare a votare per riformare questo Parlamento e sostituire questo Governo. Continueranno a litigare, a minacciarsi, a insultarsi e a tenere l’Italia paralizzata ma, con una scusa o con l’altra, la maggioranza rosso-gialla punta ad arrivare al semestre bianco e all’elezione del nuovo presidente della Repubblica, nel 2022. Se

Legge elettorale: perché è ora d’indignarci

/
0 accessi unici

Arriva un momento in cui incazzarsi non soltanto è legittimo, ma addirittura doveroso. Anzi, no, una semplice incazzatura non è nemmeno sufficiente: è ora che questo benedetto popolo cominci a indignarsi, a urlare la propria rabbia nei confronti di un regime partitocratico mascherato da democrazia, che oggi, per l’ennesima volta, ha sputato in faccia alla

Questa democrazia è sopravvalutata

0 accessi unici

Tre piazze profondamente diverse quelle di Roma, Londra e Barcellona, per alcuni aspetti perfino opposte, eppure unite da un minimo comune denominatore non da poco: la richiesta di restituire la parola al popolo. Il vento della crisi soffia ormai a più non posso sulle democrazie del Vecchio Continente, che si stanno sgretolando una dopo l’altra

Chi perde le elezioni si aggrappa alle fake news

/
0 accessi unici

Il tema delle fake news ci sta particolarmente a cuore, a tal punto da essere tra i principali motivi che ci hanno spinti a dare vita al progetto di Orwell: questo per dire che lo reputiamo un problema troppo serio per essere affrontato con superficialità se non, come capita spesso, con l’approccio capzioso di chi

Torna il proporzionale o torna il referendum?

0 accessi unici

Se i rosso-gialli della maggioranza di governo hanno annunciato che, per evitare una vittoria netta del centrodestra (tanto per confermare che l’unico punto che li unisce è l’antisalvinismo), vareranno una legge elettorale proporzionale, ecco che Salvini ha annunciato la sua contromossa. Ovvero un referendum per abolire del tutto la parte proporzionale dall’attuale legge elettorale, trasformando

Renzi, l’erede di Fini

0 accessi unici

Renzi e Fini non lo sanno, ma sono arrivati entrambi sull’orlo del precipizio a braccetto con le stesse compagne: Incoerenza e Arroganza. Due storie, le loro, che per quanto possano apparire completamente differenti, in alcuni passaggi si somigliano a tal punto da sembrare farina del medesimo sacco, ultimo dei quali è l’intervista attraverso cui l’ex