matteo salvini

Emergenza di Stato: Conte si tiene i pieni poteri

/
6.430 accessi unici

La catalessi mediatica in cui ci ha catapultati la pandemia continua a cullarci nel torpore del liquido amniotico composto da un mix di decreti, aiuti annunciati che non arrivano mai, potenze di fuoco da milioni di miliardi che farebbero arrossire Paperon de’ Paperoni e appalti immaginifici in cui Arcuri richiede mascherine con le rotelle e

Bannon: «L’Italia e gli italiani devono avere uno scatto d’orgoglio»

14.710 accessi unici

«L’unica cultura che riconosco è quella delle idee che diventano azioni» disse Ezra Pound. È da qui che parte il ragionamento che Steve Bannon – ex Capo Stratega della Casa Bianca – ha tracciato per viaggiare fra gli Stati Uniti e l’Italia, per creare un collegamento, un ponte, un solco da descrivere e raccontare. «Se

Digitalizzarsi o morire

/
3.793 accessi unici

Seppur il termine connettere significhi letteralmente unire (passato e presente, idee, dati, esperienze, persone), oggi la connessione alla Rete è il muro che divide molti di noi dal mondo in carne e ossa. Paradosso che ne porta con se un altro, ovvero che in troppi ancora s’illudono che stare sul Web sia di per se

Sindaco dei ricchi e povera Milano

/
7.495 accessi unici

Seconda puntata – Abbiamo iniziato ieri a ricostruire le ultime imbarazzanti imprese del “sindaco dei ricchi” di Milano, che è stato anche tra i principali responsabili del diffondersi del coronavirus. Questo perché, prima, ha minimizzato il pericolo e bloccato qualsiasi controllo, in nome del legame poltico-economico che lo unisce alla comunità cinese; poi perché, fino

MES: il vero virus che distruggerà l’Italia

/
0 accessi unici
1

Se Conte e Gualtieri fossero uomini politici seri e responsabili chiederebbero per prima cosa all’UE il rinvio della riforma del MES (Meccanismo Europeo di Stabilità) il discusso fondo “salvastati”. Pensate che quei signori inqualificabili che sono i burocrati di Bruxelles lo hanno inserito addirittura come primo punto all’ordine del giorno della riunione dell’Eurogruppo di lunedì

Se vince la politica dell’accoglienza e della condivisione… del virus

/
0 accessi unici

Il programma “otto e mezzo” di ieri sera, alle 21 su La7, ha costituito una prova, l’ultima di una lunga serie, di come il qualunquismo di sinistra cerchi di utilizzare ogni evento, piccolo o grave, per tirare acqua al proprio mulino politico. Solo che  questa volta il gioco non è riuscito. Lilli Gruber ha cercato

Trump, Salvini e Meloni: differenze e punti in comune

/
0 accessi unici

  Dalla notte dell’8 novembre 2016, quando contro tutti i pronostici divenne presidente degli Stati Uniti battendo la candidata dell’establishment Hillary Rodham Clinton, Donald J. Trump è diventato un modello per tutti i leader che presidiano l’area politica cosiddetta sovranista e populista. Anche in Italia, dopo gli inevitabili raffronti con Silvio Berlusconi (molti parallelismi ma

L’informazione al tempo del coronavirus

/
0 accessi unici

Speriamo che, una volta tanto, le polemiche politiche lascino da parte Matteo Salvini che posta sui “social” la cena cinese consumata a casa. Almeno lui è uno di quelli che, pur chiedendo misure protettive, ha messo la faccia per far capire che andare al ristorante cinese o mangiare cibo cinese o ricevere spedizioni dalla Cina

Le bufale di “Repubblica”: ecco chi è che “tracima” in tv

/
0 accessi unici

Peccato, ma nei dati diffusi dall’Ag.Com per il mese di dicembre non c’è traccia alcuna di quella “tracimazione” di Salvini denunciata da alcuni parlamentari del Pd e di Italia Viva ma, soprattutto, da Repubblica (e da il Fatto Quotidiano). Anzi. Eppure, con incredibile faccia tosta, Repubblica scrive: «Non era mai successo. Mai, nella storia dell’informazione

Se “la bestia” approda anche su TikTok

0 accessi unici

Matteo Salvini avrà tantissime colpe, molti demeriti, infiniti aspetti negativi che giustificano l’odio viscerale che riesce a scatenare a ogni sua apparizione. Però, ha sicuramente almeno un merito: quello di far arrabbiare quotidianamente una certa Italia di bacchettoni, radical-chic, moralisti seriosi e vecchi. Vecchi non solo di età; vecchi di idee ottocentesche, vecchi di comportamenti

1 2 3 5