Liliana Segre

Liliana Segre: «Mio marito di destra? Ha vinto l’amore»

0 accessi unici

In diretta a “Che tempo che fa”, Liliana Segre racconta della differenza di vedute tra lei e il marito – l’avvocato Alfredo Belli Paci – che come anticipato nel nostro editoriale pubblicato il 24 gennaio, alle elezioni politiche del 1979 si candidò con il Movimento Sociale Italiano – Destra Nazionale di Giorgio Almirante, peraltro insieme

Cronaca di una notizia da ignorare: «Il marito della Segre era almirantiano»

/
0 accessi unici

Chi è Liliana Segre pensiamo sia noto al 90% degli italiani: se ne parla tutti i giorni da settimane e mesi. Prima per le minacce on line (una fake news di Repubblica); poi per la Commissione parlamentare “contro l’odio”; successivamente per le decine di visite a scuole, Università, istituzioni; e ancora per la scorta concessa

Il marito di Liliana Segre si candidò con Almirante?

/
0 accessi unici

Ci sono cose che sembra avvengano per un motivo ben preciso, come quella che sto per raccontarvi. Molti di voi avranno certamente letto delle polemiche scaturite dalla decisione del Comune di Verona di assegnare la cittadinanza onoraria a Liliana Segre e, contestualmente, d’intitolare una via a Giorgio Almirante. È stata la stessa senatrice a vita

Ecco i veri numeri dell’odio on line

/
0 accessi unici

Che rapporto hanno certi media con la matematica? La Repubblica e Report sicuramente conflittuale, perché entrambi cercano di piegare i numeri all’interpretazione che fa più comodo in base al “teorema” che intendono dimostrare. Però, alla fine, i numeri sono numeri e la matematica non è un’opinione, per cui le verità viene a galla, sbugiardando e

Commissione Segre: la senatrice è stata tradita

0 accessi unici

La libertà d’espressione va considerata come qualcosa di sacro. Questa è la differenza che c’è tra una dittatura e una democrazia. Eppure, ogni tanto, proprio in democrazia, emerge chi vorrebbe imbavagliare coloro che la pensano diversamente. Questa è la verità sul caso della “mozione Segre” che istituisce una Commissione parlamentare straordinaria «per il contrasto dei fenomeni