La Stampa

E se facessimo i “Patria Bond”?

0 accessi unici

Abbiamo visto ieri quali sarebbero state le procedure corrette di allarme e di reazione che il governo avrebbe dovuto mettere in atto per affrontare quella che è, a tuti gli effetti, una guerra. Così non è stato e le conseguenze sono evidenti a tutti in termini di caos, sia nella gestione dell’emergenza sanitaria sia, adesso

Media italiani sempre meno liberi (e sempre meno letti)

0 accessi unici

  Secondo l’indice della libertà di stampa, stilato ogni anno da Reporter senza Frontiere (organizzazione non governativa francese), nel 2018 l’Italia si è classificata al 46° posto della classifica mondiale, subito dopo gli Stati Uniti, mentre le prime cinque posizioni della classifica sono ricoperte, nel seguente ordine, da: Norvegia, Svezia, Paesi Bassi, Finlandia e Svizzera.

La Bonetti parla di tutto… ma non di Bibbiano

/
0 accessi unici

Sul “caso Bibbiano” e, più in generale sulla questione degli affidi, lei, che è la diretta interessata essendo una questione che coinvolge bambini e famiglie, qualche cosa doveva dire. Invece, da più di un mese, da quando si è insediata, è riuscita in un’impresa davvero da record: non dire nemmeno una parola che fosse una

Amazzonia (3): il movente politico-economico della falsa informazione

0 accessi unici

Per fortuna è arrivato anche Luca Parmitano, l’astronauta italiano in orbita sulla stazione spaziale internazionale, a “spiegarci bene” (con 4 foto) cosa succede in Amazzonia. Così l’AGI (e tutti i telegiornali, Tg7 in testa) ci hanno “spiegato bene” che «Si vedono chiaramente decine di roghi sparsi per la foresta e il fumo che si alza e

Questa è la “dodicesima coltellata”

0 accessi unici

Abbiamo voluto attendere questa mattina a riparlare del caso Cerciello Rega per rispetto al silenzio richiesto ieri, nel giorno dei suoi funerali. Oggi riprendiamo il discorso cercando una difficile analisi del comportamento dei media. Se il “caso Bibbiano” (di cui forniamo ancora un’attenta analisi di Federico Gennaccari) aveva segnato una clamorosa quanto netta vittoria dei

Gli orrori di Bibbiano e il silenzio dei media

/
0 accessi unici

Si “combatte” solo sui social la battaglia tra “Angeli e Demoni”, ovvero l’inchiesta sullo scandalo di Bibbiano (Reggio Emilia) che riguarda l’affidamento illecito di minori strappati dai servizi sociali alle proprie famiglie con accuse inventate per essere affidati a “case-famiglie” e a nuove coppie, spesso anche omosessuali, dove sono stati maltrattati anche con violenze sessuali.