Kamala Harris

Dopo Trump, c’è solo Trump

0 accessi unici

Anni fa Karl Rove, “stratega” e spin doctor dell’amministrazione Bush, aveva fatto sapere, con eccessiva supponenza, che i Repubblicani ambivano a diventare “maggioranza permanente” negli Stati Uniti. Non prevedeva, il potente ispiratore della presidenza, che di lì a poco le elezioni sarebbero state vinte da Barack Obama per ben due volte, né che il GOP,

Grosso guaio per Joe Biden

0 accessi unici

Ricordate l’explicit del film The Millionaire? Quel «D: Era scritto»? «Era scritto» anche nella storia di queste primarie democratiche: Joe Biden –  il front-runner, il “futuro presidente”, quello che “ha sbagliato a non candidarsi nel 2016” – l’ex vicepresidente, si appresta a scrivere la parola fine alla sua campagna elettorale se le condizioni che di

Democratici USA a confronto: aspettando Bloomberg

0 accessi unici

Come da previsioni, l’apertura del dibattito è stata focalizzata sulle dichiarazioni dell’ambasciatore Sondland nell’inchiesta sull’impeachment per il presidente Trump. Tra le dichiarazioni di condanna contro Trump, spicca quella di Sanders, il quale ha affermato che «parlare di Trump e impeachment non è sufficiente per il 2020, perché altrimenti si perderanno le elezioni». Un segnale di

La battaglia dei social: Facebook nel mirino dei Dem

/
0 accessi unici

Il vizio del politico di criticare un sistema, mentre lo usa a proprio vantaggio. È successo ancora con accuse che la congresswoman Alexandria Ocasio-Cortez, astro nascente dei Democratici, ha rivolto al Ceo di Facebook Mark Zuckerberg, durante un’interrogazione al Congresso. Nel corso della audition, che avrebbe dovuto essere focalizzata su Libra, la nuova moneta virtuale

Democratici al IV dibattito: divisi su tutto tranne che sull’impeachment

0 accessi unici

Martedì notte, in Ohio (tarda mattinata di ieri in Italia) si è tenuto il quarto dibattito democratico. Questa volta erano in dodici sul palco che hanno risposto a dodici domande, con l’aggiunta di una tredicesima di stampo personale. Il primo argomento trattato, effettivamente scontato, riguarda l’impeachment del presidente. I candidati sono stati concordi nell’affermare che

Il giudice Kavanaugh nel mirino Dem

0 accessi unici

Brett Kavanaugh, giudice della Corte Suprema nominato da Donald Trump e confermato dal Senato il 6 ottobre 2018 con uno striminzito 50-48, è ancora sotto accusa per molestie sessuali. Il tutto nasce dal libro The education of Brett Kavanaugh, a cura di Robin Pogrebin e Kate Kelly (le autrici dell’articolo pubblicato sul New York Times).

Dibattito democratico senza colpi da ko

0 accessi unici

Il Dibattito democratico del 12 settembre è stata la prima occasione in cui i dieci maggiori contendenti per la nomination si sono ritrovati tutti sullo stesso palco con la prospettiva, ormai scontata, che uno di loro dovrà sfidare Donald Trump nel novembre 2020. Il front runner Joe Biden – saldamente in vantaggio nei sondaggi – è stato

I dem scaldano i motori, la vittoria di Biden è tutt’altro che scontata

0 accessi unici

I due giorni di dibattito in casa democratica ci hanno consegnato un quadro in completa evoluzione. Se da un lato la senatrice californiana Kamala Harris ha distrutto la concorrenza, registrando un +8 nei sondaggi, anche l’ex segretario all’HUD, Julian Castro, ha sorpreso tutti nella prima notte, dimostrando che nulla è ancora scritto; dall’altro lato, va

Kamala Harris: “Sarò la prima ma non l’ultima”

0 accessi unici

Kamala Devi Harris politica statunitense, è una delle due senatrici per lo Stato della California (assieme a Dianne Feinstein), è un’esponente del Partito Democratico. Nel 2003 fu eletta procuratrice distrettuale di San Francisco, e, rieletta nel 2007, resta in carica fino al 2011. Nel 2010 fu la prima donna a ricoprire la carica di Attorney