influencer

TgPop: Quanto ti odio: un barometro per contrastare la violenza in rete

0 accessi unici

5 settimane di monitoraggio, Oltre 42 mila commenti analizzati, 60 attivisti coinvolti. E 20 influencer. Ecco il barometro dell’odio, lo strumento per misurare l’hate speech, ovvero l’odio che si manifesta online. Ai microfoni di PopEconomy, Martina Chichi di Amnesty International ci piega come hanno fatto.   Cosa succede quando in rete si affrontano tematiche legate

TgPop: Confronta e risparmia

0 accessi unici

Ci fanno risparmiare sull’assicurazione dell’auto, su luce, gas e perfino sul mutuo di casa. Sono i comparatori, ovvero dei portali web che mettono a confronto tutti gli operatori di mercato per indicarci il prezzo migliore sulla piazza. Continua a leggere  

Hanno 12 anni i nuovi influencer

/
0 accessi unici

Che gli atteggiamenti giovanili abbiano sempre scandalizzato è storia; ciò appartiene anche ai tempi antichi e anche a civiltà che, oggi, si considerano tra le più serie, culturalmente. È sufficiente una pettinatura strana, un capo d’abbigliamento audace, l’adesione a uno stile letterario o poetico innovativo oppure uno modo differente di combattere la noia… Oggi, però,

Quota 500… ma non andiamo in pensione

0 accessi unici

Domenica scorsa abbiamo superato un piccolo traguardo simbolico: quello dei primi 500 articoli pubblicati. Considerando che la settimana prossima saranno 5 mesi esatti dalla prima pubblicazione on line (25 giugno), possiamo anche dire che è un risultato considerevole. Certo non possiamo competere con le grandi testate nazionali ma, più di una volta, abbiamo dato loro

Giulia Calcaterra: quando i social avverano i sogni

0 accessi unici

2Incontriamo Giulia Calcaterra, 28 anni, appena scesa dal palco del Markters World di Rimini, una tre giornate di formazione e networking dedicate ad aspiranti influencer, creators e freelancer. Ha parlato in qualità di “influencer”, segno che la sua vita precedente, quella di “celebrity televisiva”, è stata superata da questa nuova. Una storia “transmediale”, quella di

«Vi racconto come ho contribuito al fenomeno influencer in Italia»

/
0 accessi unici

Nerd però “figo”, un accento riconoscibile ma non localizzabile, empatico: se solo volesse, avrebbe tutte le carte in regola per mettersi dall’altra parte della videocamera e diventare egli stesso uno youtuber di successo. Epperò, avendo un mentore come Cecchetto, per Stefano Longoni è stato fisiologico seguirne le orme, trasponendo la sua capacità di scovare talenti

Se pure la proposta di nozze diventa una marchetta

0 accessi unici

Ci siamo arrivati. Persino la proposta di matrimonio è diventata una gigantesca marchetta. A farla per primi al mondo, senza neanche troppo dichiararla, sarebbero stati Marissa Casey Fuchs, influencer americana nota come Fashion Ambitionist ai suoi 200 mila follower su Instagram, e il suo fidanzato Gabriel Grossman. Succede che un martedì di giugno Gabriel invia

L’edera parassita

0 accessi unici

«E disdegnando di esser l’edera parassita, pur non la quercia essendo o il gran tiglio fronzuto, salir – anche non alto – ma salir senza aiuto» L’ho vista stamane: furba e infame, spuntare dalla cima del grande abete, alto più di 5 piani. Con le sue fogliette di un verde così brillante da sembrare irritante

Se tu non mi like, io non ti influencer più

0 accessi unici

Mark Zuckerberg come Attila, dove passa lui non cresce più l’erba del “libero mercato”, neppure del mercatino semi domestico degli influencer. La decisione di Instagram di non rendere più visibili i “cuoricini” che indicano il gradimento delle singole immagini pubblicate, ha gettato nello sconforto sia quelli che nutrivano il proprio ego della gratificazione derivante dai