elezioni usa

La Cina, i laboratori di Wuhan e la complicità dell’Oms

0 accessi unici

L’inchiesta del Washingon Post e subito rilanciata in Italia da Orwell.live sui rapporti del 2018 in cui veniva evidenziata la mancanza di sicurezza nei due laboratori di Wuhan, la deriva autoritaria del governo italiano, la decisione di Trump di bloccare i fondi all’Oms per la loro contiguità con il regime comunista cinese e le ultime

Sleepy Joe si è svegliato: chi lo avrebbe mai detto!

0 accessi unici

Suona più o meno come quando si va al cinema a vedere un film con basse aspettative e poi si resta piacevolmente sorpresi dal contrario. Joe Biden è il vincitore, non solo di questo piccolo Super Tuesday ma, anche, delle primarie democratiche. Non è avventato dirlo, per una serie di motivi che a breve seguiranno.

Bloomberg pensa di candidare la Clinton come sua vice

/
0 accessi unici

L’ex sindaco di New York Michael Bloomberg starebbe considerando seriamente l’ipotesi di candidare la sconfitta del 2016 Hillary Clinton come sua vice nella corsa alla nomination democratica e, in caso di vittoria, per la sfida a Donald Trump per la Casa Bianca. L’indicrezione è stata lanciata su Twitter da Matt Drudge tramite il profilo del

Joe come Jeb? Biden è ormai all’ultima spiaggia

/
0 accessi unici

Hudson, nel New Hampshire, è una piccola cittadina di contea al confine con il Massachusetts. È famosa per essere stata tra le più colpite dalla crisi degli oppioidi e per la sua vicinanza a Lawrence, la città di chi nel New England compra e vende fentanyl, eroina e metanfetamina come se fossero caramelle. Nella Alvirne

Bill de Blasio, il sindaco di New York nemico di Trump

0 accessi unici

Figlio di padre tedesco-americano, veterano di guerra alcolista e morto suicida, e di madre italo-americana, da cui ha preso il cognome, de Blasio è la faccia moderata e progressista allo stesso tempo dei democratici di New York. L’attuale sindaco di New York de Blasio ha rotto gli indugi a poche ora dalla chiusura, ufficializzando la

Pigasus: un maiale per presidente

0 accessi unici

Il 28 agosto 1968, il Youth International Party, candidò un maiale domestico, denominato Pigasus, alla carica di Presidente degli Stati Uniti. Il tutto avvenne pochi giorni prima dell’apertura della Convention democratica a Chicago, che incoronò Hubert Humphrey, vicepresidente uscente, poi sconfitto da Nixon il successivo 5 novembre. Gli Yippies – membri del YIP – erano

I fatti contano più delle chiacchiere dei media: Trump verso la rielezione

/
0 accessi unici

La settimana post Independence Day per Donald Trump ha sapore di 2020. Tante cose stanno andando come il presidente vuole e, per quanto i modi non siano ortodossi, i risultati sono palpabili. La crescita economica e lo storico incontro con Kim Jong-un ne sono la testimonianza. È vero, nelle ultime settimane l’economia ha subito un