Cina

Steve Bannon, la Cina e la “pistola fumante”

2.200 accessi unici

l covid-19 arriva dal laboratorio di wuhan e saranno i cinesi a dircelo: è quello che sostiene il politologo steve bannon in un’intervista al quotidiano britannico Daily Mail. Ce ne parla il fondatore di Orwell, Alessandro Nardone, ai microfoni di PopEconomy.  

Orwell si è fermato in Cina. Seconda parte: la videosorveglianza

2.230 accessi unici

La videosorveglianza in Cina è esplosa negli ultimi anni: nel 2017 c’erano 170 milioni di videocamere digitali, che alla fine del 2020 dovrebbero arrivare a 400 milioni, e a 500 milioni nel 2021. Le stime sono controverse: per il centro studi inglese Ihs Markit, le telecamere avanzate cinesi sarebbero 626 milioni già oggi (mentre negli

Orwell si è fermato in Cina. Prima parte: il social credit

/
3.170 accessi unici

Percosso dalla pandemia, il mondo occidentale oggi sembra quasi invidiare il sistema informatico di controllo sanitario che negli ultimi mesi la Repubblica popolare cinese ha messo in atto contro il Covid-19. Del resto, viste le dimensioni della popolazione cui si è applicato, quel sistema ha dimostrato di funzionare più che bene, garantendo un efficace controllo

5G sì, cyber-spionaggio della Cina no: l’Italia cosa farà? Seconda parte

3.205 accessi unici

Il Regno Unito bandisce il colosso cinese Huawei: non parteciperà più alla costruzione della rete 5G inglese perché rischia di essere il «cavallo di troia» tecnologico per il regime di Pechino. È quanto sostengono da anni gli Stati Uniti. Hanno ragione? Che cosa deciderà ora l’Europa? E che cosa farà l’Italia? Dopo quella di ieri,

5G sì, cyber-spionaggio della Cina no: tutto quello che c’è da sapere. Prima parte

2.860 accessi unici

Il Regno Unito ha deciso, finalmente: il governo di Boris Johnson mette al bando Huawei, il gigante delle telecomunicazioni cinese che gli Stati Uniti da tempo accusano di fare cyber-spionaggio per conto del regime di Pechino. Londra ha stabilito che dal 1° gennaio 2021 Huawei sarà esclusa dalla realizzazione della rete britannica per il 5G, la quinta generazione

Basta accordi al ribasso: Meloni e Salvini, fate il fronte sovranista

/
11.140 accessi unici

Abbiamo trascorso gli ultimi 27 anni aggrappati alla speranza in qualcosa che ha sempre lasciato l’amaro in bocca per ciò che poteva essere e non è stato: il centro-destra italiano. Generazioni intere sono cresciute all’ombra del vorrei ma non posso, del perpetuarsi di un irrisolto politico che col passare dei lustri si è materializzato in

L’avversario dell’Occidente è la Cina

/
7.385 accessi unici

Durante la sua diretta su Orwell.live, Steve Bannon ha alternato delle dolci parole al miele verso l’Italia ad altrettante dure e forti contro la Cina. Il nostro Paese ha, tra l’altro, riaperto, a condizione di reciprocità, le frontiere con il cosiddetto “Regno di mezzo”. L’ex direttore di Breitbart News ha analizzato il rapporto fra i

Bannon: «L’Italia e gli italiani devono avere uno scatto d’orgoglio»

14.660 accessi unici

«L’unica cultura che riconosco è quella delle idee che diventano azioni» disse Ezra Pound. È da qui che parte il ragionamento che Steve Bannon – ex Capo Stratega della Casa Bianca – ha tracciato per viaggiare fra gli Stati Uniti e l’Italia, per creare un collegamento, un ponte, un solco da descrivere e raccontare. «Se

Presidente, i giovani sono «freddi» perché questa politica fa schifo

/
17.125 accessi unici

Ieri ho ascoltato con attenzione l’intervento con cui il Presidente Mattarella ha aperto i lavori della maratona digitale “Quale futuro” promossa dal ministro Spadafora e, francamente, credo che riguardo all’obiettivo di avvicinare i giovani alla politica sia andato completamente fuori bersaglio. Lo dico con il rispetto che si deve al Capo dello Stato ma senza

Il mistero di Wuhan terrorizza anche l’Occidente

/
5.210 accessi unici

Se è vero che tre indizi fanno una prova, ormai alla buona fede della Cina non credono più nemmeno gli ultrà prezzolati o ideologicamente affini della grancassa mainstream del PCC (acronimo di Partito Comunista Cinese, ndr). Tant’è che l’utilizzo del «complottismo» come calderone in cui gettare a prescindere tutte le notizie che inchiodano Pechino alle

1 2 3 9