bambini

Altro che «montatura»: per Bibbiano chiesti 24 rinvii a giudizio

/
11.080 accessi unici

Ci guardiamo bene dall’equiparare una richiesta di rinvio a giudizio a una condanna, per carità, ma qualcuno dovrà prendere atto che la richiesta della Procura di Reggio Emilia nei confronti di 24 persone – tra cui il sindaco di Bibbiano Andrea Carletti, lo psicoterapeuta Claudio Foti e l’ex responsabile del servizio minori Federica Anghinolfi –

Bibbiano insegna: ecco come “rubare” i figli alle famiglie povere

0 accessi unici

Se le famiglie sono in gravi difficoltà bisogna pensare ad aiutarle oppure la preoccupazione deve essere quella di toglier loro i figli? Può sembrare una domanda folle da fare, soprattutto in questo periodo in cui la povertà incombe su molti di noi. Purtroppo, però, è quello che bisogna chiedersi dinanzi a una iniziativa come la

Bambini e alcool: “sbronzi” a 11 anni

0 accessi unici

Abbiamo affrontato ieri il tema caldo (evidenziato da un recente sondaggio) del prematuro uso da parte dei preadolescenti di “social” e internet, senza controllo e senza spiegazioni. Come se non bastasse, da un altro sondaggio autorevole sono emersi dati ancora più preoccupanti che devono far riflettere sulla sempre minore capacità delle famiglie e della scuola

Maestri, educate alla bellezza dello scrivere e del leggere

0 accessi unici

Dopo il successo di “Lezione di latino” e di “Perché le mamme sono calde”, ospitiamo un altro delicato e istruttivo intervento di Laura La Torre. *** Lunedì, quando andrò a prendere mia figlia a scuola, vorrei avere il tempo di fermarmi a chiacchierare con la sua maestra, che avrà il volto stravolto di tutti i

Bibbiano e affidi, tutta la verità: «Per il sistema meglio sottrarre che aiutare»

/
0 accessi unici

Bambini improvvisamente strappati alle loro famiglie, Tribunali svogliati che delegano ai servizi sociali il destino di minori innocenti. E soldi, tantissimi soldi ad alimentare il business degli affidi facili. Maurizio Tortorella, giornalista, saggista, scrittore, una carriera spesa a “Panorama”, prima come inviato speciale e poi come vice direttore, regala ai lettori di “Orwell.live” una fotografia

E adesso chi ci parlerà di Bibbiano?

/
0 accessi unici

Ancora non è stato varato il governo rosso-giallo e già, sul sistema Bibbiano, il Pd ha fatto capire come andranno le cose. Lo dimostra inequivocabilmente come stanno procedendo le Commissioni d’inchiesta in Emilia Romagna, sia quella tecnica varata dal presidente della Regione, il piddino Stefano Bonaccini, sia quella politica dove, però, il Pd ha voluto

Bibbiano: l’intollerabile arroganza del sistema

/
0 accessi unici

Se qualcuno sperava col passare del tempo che sull’inchiesta “Angeli e demoni” calasse il sipario e finisse nel dimenticatoio, si è dovuto ricredere, perché, al contrario, adesso si è messa in moto anche la tv di Stato (effetto Foa?). Lo ha fatto ieri con la diffusione di nuove intercettazioni che confermano sempre più l’arroganza e

Politica e social (5): gli opposti silenzi di Lgbt e Vaticano

/
0 accessi unici

“Un bel tacer non fu mai scritto” si diceva una volta e che il silenzio sia d’oro, nell’era del chiasso digitale, potremmo crederlo ma, a volte, ci sono silenzi che si notano più ancora delle urla. Nella vicenda di Bibbiano ci sono dei silenzi che parlano molto chiaramente di imbarazzo, seppure per opposte ragioni. Il

Politica e social (3): gli atti parlano i giornali tacciono

/
0 accessi unici

Nella case history di comunicazione politica che è diventata il “caso Bibbiniano” abbiamo lasciato un Pd imbarazzato reagire sposando la tesi del complottismo. Intanto, l’8 luglio, il sindaco di Bibbiano viene sospeso dall’incarico e gli vengono confermati gli arresti domiciliari. Potrebbe essere l’occasione per sospenderlo dal partito, ma il Pd respinge l’idea, anche perché continuano

Politica e social (2): la sindrome di Forteto

/
0 accessi unici

Veniamo ora al Pd che, con i suoi errori, ha commesso dei veri e propri autogol comunicativi, con i quali, di fatto, ha alimentato e politicizzato la vicenda. Una premessa necessaria è la vicenda del Forteto, la comunità toscana fondata da Rodolfo Fiesoli, accusato e già condannato assieme ad altri per maltrattamenti e atti di