Primo piano

La strage di Ustica tra complottismo e realtà (seconda parte)

/
2.555 accessi unici

Un missile? La battaglia aerea? La collisione con un caccia alleato? Nelle tristi commemorazioni del quarantesimo anniversario per la strage di Ustica, la politica italiana ai suoi più alti livelli ha dimostrato di non aver mai letto le carte del processo penale. Orwell l’ha fatto per voi. Dopo quella di ieri, ecco la seconda puntata.

La strage di Ustica tra complottismo e realtà (prima parte)

/
3.565 accessi unici

A leggere le commemorazioni della strage di Ustica, a 40 anni dal maledetto 27 giugno 1980 in cui il Dc9 della compagnia Itavia s’inabissò nel mar Tirreno trascinando con sé 81 vite, si capisce chiaramente che in tanti, anche ai più alti livelli delle nostre istituzioni, non hanno mai letto le carte del processo penale

Quando Di Maio diceva «mi fa schifo il silenzio del PD su Bibbiano»

/
8.855 accessi unici

Era il 23 luglio del 2019, eppure sembra passata un’eternità. Quel giorno l’allora vicepremier Luigi Di Maio affermava che «è veramente vergognoso il silenzio del Partito democratico. Renzi dice che gli faccio schifo, a me fa schifo il loro silenzio sul caso Bibbiano». Cosa ne pensi oggi da alleato di Renzi e del Pd non

Forza Alex, siamo tutti con te!

/
3.500 accessi unici

La notizia è di quelle che ti lasciano attonito anche quando sei nel bel mezzo dei tuoi problemi. Sì, perché Alex Zanardi non soltanto rappresenta il coraggio, la voglia di non mollare e la capacità di reagire, ma le esalta. Attraverso le sue imprese dal sapore epico, ma anche e soprattutto i suoi sorrisi, i

Web the People: il contenuto siamo noi

/
3.855 accessi unici

Volendo scrivere di privacy mi è tornato in mente il tragico caso di Tiziana Cantone e, mentre pensavo se avessi realmente qualcosa da dire che ancora non si fosse detto, l’inconscio mi ha passato un link apparentemente insensato, mettendo uno di fianco all’altro i volti di Tiziana e Edward Snowden. Sta di fatto, però, che

«Una casa divisa contro se stessa non può reggere»

/
4.405 accessi unici

Era il 16 giugno 1858 quando Abraham Lincoln pronunciò il The House Divided Speech, uno dei discorsi più forti e, nonostante gli anni, attuali di sempre. La paura più grande di Lincoln era basata sulla possibilità che il Paese potesse spaccarsi per via della schiavitù. Non a caso, durante la sua presidenza, fu approvato il

INCHIESTA plasma (3): gli affari della famiglia Marcucci

/
14.420 accessi unici

È davvero strano l’assordante silenzio del ministro Roberto Speranza dinanzi alle manovre del suo Ministero (d’intesa con l’Agenzia del farmaco) per assegnare la sperimentazione nazionale sulla cura con il “plasma immune”. Come abbiamo visto ieri la capofila naturale di questa sperimentazione doveva essere Pavia o Mantova che (lo abbiamo documentato qui) sin da marzo hanno

La Pandemia ci spinge tra le braccia di Zuckerberg (e degli altri giganti del Web)

/
3.040 accessi unici

Dopo l’avvento degli smartphone – avvenuto il 9 gennaio del 2007 a San Francisco, dove Steve Jobs lanciò l’iPhone – la Pandemia potrebbe essere il secondo grande evento spartiacque nel rapporto tra noi umani e il digitale. Il primo fu determinante poiché, di fatto, portò il Web dalle nostre scrivanie fin dentro alle nostre tasche:

Sei mesi cruciali per le startup

/
4.775 accessi unici

La Pandemia globale da COVID-19 ha radicalmente modificato moltissimi settori dell’economia globale e il mondo delle startup non fa certo eccezione. Nuovi imprenditori di tutto il mondo stanno per affrontare una situazione completamente nuova e una ricerca condotta dal team della prestigiosa fiera internazionale SLUSH, che si tiene ogni anno a Helsinki, mette in evidenza

Le mascherine fantasma di Arcuri

/
3.820 accessi unici

Non dimentichiamo mai cosa rispose il presidente del Consiglio il 27 gennaio, ospite di Lilli Gruber, a una domanda sui rischi che il coronavirus potesse colpire anche in Italia? Rispose: «Siamo prontissimi. Tutti i protocolli di prevenzione sono stati attivati. L’Italia in questo momento è il Paese che ha adottato misure cautelative all’avanguardia rispetto agli

1 2 3 12