Editoriali - Page 40

Bibbiano, la parola d’ordine è minimizzare

/
0 accessi unici

Prima il silenzio, poi il tentativo di demonizzazione con l’accusa di diffondere fake news per chi parlava di Bibbiano e ora la minimizzazione. I grandi giornali, sempre più pressati dalla indignazione dei social sono stati costretti a tornare a occuparsi della vicenda, evidentemente dopo aver concordato la terza fase della sfida sulla disinformazione. Intanto, però,

Vince presidenziali e parlamentari ma, per i media mainstream, continua a essere «il comico»

0 accessi unici

Che il fenomeno Zelensky andasse ben oltre i suoi trascorsi (anche) da comico, era del tutto evidente a chiunque si fosse preso la briga di studiarselo sul serio. Tant’è che dopo aver vinto con un plebiscitario 73% le elezioni presidenziali delle scorso 21 aprile, il quarantunenne nato in un’anonima cittadina ai margini di Kiev ha

Bibbiano: tecniche di disinformazione

/
0 accessi unici

Una notizia incredibile: dopo tanto silenzio i grandi giornali tornano a occuparsi della vicenda di Bibbiano. Sul sito del quotidiano torinese “La Stampa”, infatti, appare un ampio articolo dedicato alla vicenda. Quando però si va a leggere il titolo “Allora Bibbiano?” è il nuovo tormentone della “guerriglia culturale” di Vox&Co si capisce subito che il

Perché sono in debito con Luciano De Crescenzo

0 accessi unici

A Luciano De Crescenzo debbo molto, anche se non l’ho mai conosciuto, ma, come probabilmente obietterebbe lui, incontrarsi e conoscersi non sono sinonimi. Pensandoci bene, in realtà gli sono debitore proprio perché lo conosco molto bene, grazie alle riflessioni spesso illuminanti che ha condiviso attraverso i suoi libri, i suoi film e le sue trasmissioni

Bibbiano: le Tv tacciono, noi ne parliamo ancora

/
0 accessi unici

Mentre aumentano su Facebook gli utenti che, nella foto del proprio profilo, hanno inserito il rettangolo giallo con la scritta “Verità sui fatti di Bibbiano” seguita da #iostoconipiupiccoli, ogni giorno emergono fatti nuovi su questa sconvolgente vicenda. Sì, perché l’inchiesta “Angeli e demoni” non si può davvero liquidare in pochi giorni, come vorrebbero tanto nel

Gli orrori di Bibbiano e il silenzio dei media

/
0 accessi unici

Si “combatte” solo sui social la battaglia tra “Angeli e Demoni”, ovvero l’inchiesta sullo scandalo di Bibbiano (Reggio Emilia) che riguarda l’affidamento illecito di minori strappati dai servizi sociali alle proprie famiglie con accuse inventate per essere affidati a “case-famiglie” e a nuove coppie, spesso anche omosessuali, dove sono stati maltrattati anche con violenze sessuali.

I fatti contano più delle chiacchiere dei media: Trump verso la rielezione

/
0 accessi unici

La settimana post Independence Day per Donald Trump ha sapore di 2020. Tante cose stanno andando come il presidente vuole e, per quanto i modi non siano ortodossi, i risultati sono palpabili. La crescita economica e lo storico incontro con Kim Jong-un ne sono la testimonianza. È vero, nelle ultime settimane l’economia ha subito un

Esclusivo: ecco i complici di Salvini

0 accessi unici

Ci siamo. Il “Russiagate de noantri” è giunto a una clamorosa svolta. Spiace dirlo, ma dobbiamo citare un articolo apparso sul sito di Repubblica online. Ecco l’inquietante retroscena: «Sono 645 pagine, e contengono oltre 200 schede compilate per anni dagli agenti del Kgb. Il dossier Mitrokhin esplode come una bomba sul mondo della politica e

Dacci oggi il nostro Russiagate italiano

0 accessi unici

Vogliamo farci mancare qualche cosa? Non c’è come dire che Salvini è come Trump che subito ci prendono in parola e inaugurano anche qui da noi la Grande Stagione del Russiagate. In Italia c’erano decine di magistrati che sognavamo solo di poter diventare dei piccoli Robert Muller, il mitico procuratore generale newyorkese che, per due

Gli studenti non capiscono, i genitori ancora meno

0 accessi unici

I risultati dei test Invalsi sono assai peggio di un clamoroso tonfo in borsa o di un’impennata dello spread perché, tra le righe, ci svelano alcune verità assai inquietanti. La prima è che il nostro sistema scolastico sta producendo un autentico esercito composto da persone che non comprendono ciò che leggono, ovvero il target perfetto