Editoriali

Disastro INPS: online i dati di migliaia di contribuenti

/
68 visualizzazioni

Sarebbero bastate le attese estenuanti della scorsa notte per potersi collegare al sito web, a mettere a nudo l’inadeguatezza del sistema informatico dell’INPS che – è bene ricordarlo – ha avuto almeno 10 giorni per prepararsi tecnicamente e organizzativamente ad una mole di traffico prevedibilmente importante (sapete com’è, c’è gente che di quei soldi ha

Bill Gates tra vaccini, Oms, virus e… profezie

283 visualizzazioni

«Aiutare le persone non deve essere considerata una strategia finanziaria sbagliata». Con queste parole, attribuite a Melinda Gates, ci immergiamo nel mondo dorato della filantropia profit targata Bill & Melinda Gates Foundation. Sì, stiamo parlando proprio di Williams Gates, detto Bill, principale fondatore di Microsoft, in queste settimane al centro del dibattito, per una sua

Conte-Casalino: il duo delle figuracce

482 visualizzazioni

Ieri il presidente del consiglio Giuseppe Conte si è fatto ricevere in udienza privata dal papa. Sarà andato a confessarsi per chiedere perdono per gli errori fatti o a chiedere un miracolo per salvare l’Italia oppure una benedizione speciale perché è da gennaio che non ne azzecca una? Domande lecite dato che non c’erano motivi

La trappola di Esaù

402 visualizzazioni

Nel libro della Genesi è narrata la storia di Esaù che, estremamente affamato, vendette a suo fratello Giacobbe la sua primogenitura per un pezzo di pane e un piatto di minestra di lenticchie. Come tante storie della Bibbia, il primo e probabilmente il più grande libro di strategia della storia umana, anche questa racchiude un

Miracolo: in 15 milioni davanti alla Tv per invocare la fine della pandemia

510 visualizzazioni

La preghiera solitaria del papa in piazza San Pietro e la sua benedizione “Urbi et Orbi” per implorare la fine dell’epidemia è stata seguita da più di 15 milioni di persone. Ecco i dati: Rai Uno (8.625.000 con uno share del 32.7%), Canale 5 (3.579.000 con il 12.6%), la cattolica Tv2000 (2.800.000), più Rai News,

“Mentre a Roma si discute, Sagunto viene espugnata”

607 visualizzazioni

«Dum Romae consulitur, Saguntum expugnatur» fu l’amara constatazione di Tito Livio, Roma tergiversò a lungo senza ascoltare l’accorato appello degli ambasciatori di Segunto così, dopo otto mesi di combattimenti, la città si arrese e Annibale la rase al suolo. Oggi l’accorato appello arriva – ormai da settimane – da medici e governatori, da sindaci e

Vogliamo il governo dei governatori

782 visualizzazioni

Se al governo, come abbiamo visto ieri, ci sono i “professionisti del Caos”: burocrati, perditempo, narcisisti, incapaci di affrontare la situazione e privi di buonsenso: per nostra fortuna ben diversi appaiono alcuni governatori delle Regioni. Soprattutto quelli chiamati a gestire direttamente e concretamente l’emergenza. In primis la Lombardia, la più colpita, poi il Veneto, l’Emilia-Romagna

I professionisti del Caos

1.236 visualizzazioni

Non è una questione politica, è una questione tecnica. Nei momenti delle difficoltà e di emergenza servono persone decise che comprendono la situazione e agiscono di conseguenza rapidamente. Non servono persone titubanti, burocrati ottusi, esperti in cavilli, perditempo e “furbastri”. Purtroppo per noi, invece, l’emergenza coronavirus è stata affrontata proprio da una banda di figuri

Dopo il coronavirus la Cina tenta di infettare il mondo con la sua propaganda

1.597 visualizzazioni

Partiamo dagli ultimi fatti. Il 18 marzo il Ministero degli Esteri cinese ha revocato i visti giornalistici a tutti i corrispondenti statunitensi che lavorano nella Cina continentale, a Hong Kong e a Macao per il New York Times, il Wall Street Journal e il Washington Post. Dopodiché, come rivelato da diverse autorevoli inchieste giornalistiche, il

La disperazione del sindaco dei ricchi

7.255 visualizzazioni

Finalmente arrivò l’ammissione di colpa? Macché, essendo onnipotente, onnisciente, intoccabile e “sacro” per tutti (dalla Moratti a Renzi; dagli imprenditori a Zingaretti) ovvio che il sindaco di Milano non può ammettere di aver sbagliato. «L’hastag #milanononsiferma impazzava in rete e tutti lo rilanciavano e l’ho rilanciato anche io, giusto o sbagliato? Probabilmente sbagliato». Come impazzava?

1 2 3 31

Orwell.live vorrebbe inviarti notifiche push per tenerti aggiornato sugli ultimi articoli