Rachele Zinzocchi

La merce siamo noi? Allora facciamoci pagare

7.275 accessi unici

Privacy e dati personali: un binomio da sempre fonte di conflitti date le continue violazioni della privacy che subiamo quando andiamo online (e non solo) e le innumerevoli appropriazioni indebite delle nostre informazioni personali da parte di compagnie, aziende, inserzionisti e “spioni” online, che li utilizzano per i loro fini (scopi di lucro o peggio),

Immuni è pericolosa anche quando non è lei…

6.170 accessi unici

Gli esperti di cyber security hanno, infatti, ricevuto una segnalazione di un attacco ransomware (tipo di malware che limita l’accesso del dispositivo che infetta) che potrebbe aver preso di mira proprio le farmacie, utilizzando un mix di tecniche di ingegneria sociale e criptazione per bloccare le attività commerciali in ambito medico. Denominato Unicorn Ransomware, questo

Non scaricare Immuni è eticamente corretto

5.755 accessi unici

Più di 280.000 persone in tutto il mondo sono morte per COVID-19. Mentre, quasi ovunque, la pandemia sta regredendo e la vita lentamente riprende, molti governi stanno spingendo i cittadini a utilizzare app progettate per rilevare quando qualcuno entra in contatto con una persona infetta e monitorare così la diffusione dell’infezione. Un tempo si sarebbe

Anche le Gif animate adesso ci spiano

19.395 accessi unici

Facebook ha annunciato venerdì 15 maggio che comprerà Giphy, popolare motore di ricerca GIF e servizio di hosting, per un valore di 400 milioni di dollari. Sebbene l’annuncio abbia messo in evidenza piani per l’integrazione della libreria GIF di Giphy in Instagram, l’acquisizione probabilmente darò vantaggio anche a tutti i prodotti di Facebook – da

Ecco perché Immuni non serve e non funziona

4.500 accessi unici

App Immuni: ne abbiamo parlato approfonditamente negli ultimi giorni, sviscerando tutti gli innumerevoli lati di quella che si preannuncia l’App di Contact Tracing pronta a intrufolarsi nei nostri smartphone e nelle nostre vite, e che potrebbero essere fonte di gravi violazione della nostra privacy online e offline. C’è però una domanda che dovrebbe venire prima

Anche la ministra Pisano non è Immuni dalle bugie

4.850 accessi unici

Ci voleva l’ultima puntata di Report (Rai2), andata in onda lo scorso 11 maggio, per far emergere quello che noi denunciamo da settimane, ovvero le incoerenze e i punti oscuri che circondano l’App Immuni. Un servizio accurato, che è divenuto in breve virale, come l’hashtag #abbiamogiarisposto con cui il Ministero dell’Innovazione ha riassunto – grossolanamente

Tracciamento con ultrasuoni: l’arma segreta dietro a Immuni

7.620 accessi unici

Credevate che i pericoli rilevati alla App Immuni, da noi più volte denunciati, fossero finiti? Non è così. L’aspetto su cui invitiamo tutti a porre l’attenzione oggi ruota attorno a un concetto, già rilevato in passato da comunità scientifiche e ora – si è visto – particolarmente applicabile su Immuni: il rapporto tra questa App

Meglio Protetti che Immuni

11.050 accessi unici

L’annuncio è arrivato due settimane fa direttamente dal profilo LinkedIn di Michele Sciabarrà, presidente della community NoiOpen: «Ecco l’app che affettuosamente chiamiamo “Protetti”. Mentre aspettiamo Il rilascio del codice sorgente di Immuni, forniamo una app di tracciamento contatti. Che esiste già. ORA. Rispetta la privacy. È Open Source. Venite pure a vedere. Funziona nei nostri

Telegram: per non farti spiare

25.175 accessi unici

Zoom, Webex, Skype, Google Hangouts, Microsoft Team: questo sono solo alcune delle piattaforme di cui abbiamo parlato qui e qui, mettendo a confronto le principali soluzioni per smart working e videocalls online. A questo appello mancava almeno una voce, che sta divenendo sempre più popolare: quella di Telegram, l’App di messaggistica fondata sette anni fa

Immuni: App pericolosa… oltre che inutile

11.655 accessi unici

Seconda parte – Abbiamo visto ieri come le App di Contact Tracing, come “Immuni” che il governo Conte sta cercando di inoculare nei nostri smartphon, siano già state sostanzialmente rifiutate negli Stati Uniti. A motivo sia dei gravi rischi connessi con la tracciabilità dei dati personali, sia per la loro sostanziale inutilità nel combattere la

1 2 3 8