Francesco Oggiano

Come si scrive del Coronavirus

182 visualizzazioni

Come si racconta la più grave emergenza sanitaria del secondo dopoguerra italiano? C’è un modo giusto, uno sbagliato? E il “buonsenso” a cui tutti si appellano, dove inizia e dove finisce? L’Associated Press ha condiviso addirittura uno dei suoi famosi stylebook, le linee guida sulla terminologia alle quali tutti i suoi giornalistici devono attenersi. Noi abbiamo

Pantellas: l’umorismo corre su YouTube

1.145 visualizzazioni

Il nome, Pantellas, non gli rende giustizia: Jacopo Malnati e Daniel Marangiolo sono due 29enni tutt’altro che “scemotti” (la traduzione in dialetto varesino). Sono, invece, il duo comico più apprezzato su Youtube, con 4,5 milioni di iscritti, quasi tutti giovanissimi. In 10 anni di attività hanno prodotto centinaia di sketch comici che parivano dagli aspetti

Giulia Calcaterra: quando i social avverano i sogni

1.312 visualizzazioni

2Incontriamo Giulia Calcaterra, 28 anni, appena scesa dal palco del Markters World di Rimini, una tre giornate di formazione e networking dedicate ad aspiranti influencer, creators e freelancer. Ha parlato in qualità di “influencer”, segno che la sua vita precedente, quella di “celebrity televisiva”, è stata superata da questa nuova. Una storia “transmediale”, quella di

Giorgio Calandrelli: l’imbattibile Pow3r

1.486 visualizzazioni

“What is Fortnite?”, ha chiesto Lady Gaga in un tweet diventato virale. A spiegarglielo benissimo potrebbe essere Giorgio Calandrelli, 26 anni, di Ostia, ciuffo che spesso cambia colore, l’e.sportivo italiano più famoso al mondo. Giorgio, detto Pow3r, gioca ogni giorno in diretta streaming davanti a migliaia di utenti, che ormai sanno tutto delle sue imprese

Nicolò Balini, ovvero “Human Safari”

2.640 visualizzazioni

Di una cosa va fiero: «Non ho mai acquistato follower falsi. Sono nati così gli influencer che fanno viaggi lussuosi e gratuiti perché le aziende credono alla veridicità del numero dei seguaci». Nicolò Balini, 28 anni, è diventato il travel blogger più popolare d’Italia “organicamente”, senza scorciatoie. «Molti profili non crescono e danno la colpa

Emma, l’influencer “sciatta” simbolo della Generazione Z

1.454 visualizzazioni

Se il suo nome vi dice qualcosa, probabilmente avete meno di 18 anni. Se non la conoscete, sappiate che Emma Chamberlain è l’influencer più importante dei nati dopo il 2000. Non ha una bellezza tipicamente statuaria e patinata, fa foto volutamente brutte e si mostra quasi sempre non truccata. Ma in meno di due anni

La travel blogger che ha sconfitto il tumore al seno: «Partirò l’8 ottobre per il giro del mondo»

/
1.457 visualizzazioni

“L’unico biglietto che ho comprato è il primo: Milano-Hong Kong. Dove andare dopo, lo deciderò sul momento”. C’è questa cosa, che hanno i sopravvissuti a un tumore: la tendenza a non preoccuparsi troppo di quello che verrà. “Una volta che hai sconfitto il cancro, capisci che il peggio che possa accaderti, ad esempio in viaggio,

Vita da freelance: il gusto agro-dolce della libertà

3.111 visualizzazioni

Se mi leggete qui, è perché, da quasi due mesi, ho deciso di lasciare il posto fisso a Vanity Fair, dove mi occupavo di attualità, per diventare un freelancee poter scrivere anche altrove. Il primo mese è stato tanto duro quanto eccitante ma, più di tutto, è stato istruttivo, e mi ha permesso di scoprire

Se il giornale più prestigioso del mondo cambia il titolo per Twitter

3.031 visualizzazioni

Un’autocensura a 140 caratteri, è stata. Un cortocircuito intermediale, quasi. Per la prima volta nella storia dell’editoria, un giornale di carta ha cambiato il titolo della propria prima pagina in seguito alle proteste dei lettori su Twitter. “Pioniere”, ancora una volta, è stato il New York Times. La notte tra il 6 e il 7

Che brutta estate per Mark Zuckerberg

2.524 visualizzazioni

Il fondatore di Facebook si ritrova ad andare in vacanza con due grossi grattacapi, entrambi provenienti dall’Italia: una sentenza contro la disattivazione senza contraddittorio dei profili del social, e una class action per uso improprio dei dati a insaputa degli utenti. La prima è stata emessa dal tribunale di Pordenone. I giudici hanno stabilito che

Orwell.live vorrebbe inviarti notifiche push per tenerti aggiornato sugli ultimi articoli