Federico Gennaccari

Conte-Casalino: il duo delle figuracce

Ieri il presidente del consiglio Giuseppe Conte si è fatto ricevere in udienza privata dal papa. Sarà andato a confessarsi per chiedere perdono per gli errori fatti o a chiedere un miracolo per salvare l’Italia oppure una benedizione speciale perché è da gennaio che non ne azzecca una? Domande lecite dato che non c’erano motivi

La fede in tv spopola l’audience

In questi momenti difficili, a volte drammatici, gli italiani non dimenticano le loro profonde radici cattoliche e, stante la chiusura dei luoghi di culto, cercano la preghiera… in tv. In più di 4 milioni hanno assistito al “Rosario per l’Italia” del 19 marzo, recitato alle 21 in diretta su Tv2000, l’emittente della Cei, un canale

La Protezione Civile non sa comunicare

Di coronavirus si può morire ma, grazie a Dio, dal coronavirus si può anche guarire. A qualsiasi età, anche oltre i novant’anni, nonostante quello che ci raccontano. Lo hanno dimostrato le immagini della arzilla 95enne emiliana intervistata domenica all’ospedale da cui tra qualche giorno sarà dimessa e del centenario cinese che aveva lasciato l’ospedale di

La guerra delle terapie intensive

Chi ha paura di aumentare il numero dei letti di terapia intensiva? Sembra una domanda folle in tempi di emergenza sanitaria per il coronavirus. Eppure, è doverosa dinanzi a quello che sta accadendo in Lombardia, con l’Ospedale della Fiera e quanto sta avvenendo nel Lazio, per l’Ospedale Forlanini In questo secondo caso si stanno scontrando,

La favola continua… il decreto non è in Gazzetta

AAA Cercasi testo del decreto approvato ieri pomeriggio ma, guarda e riguarda, cerca e ricerca, in Gazzetta Ufficiale il testo ancora non c’è. Ci sono però le “bozze”, casualmente “uscite” come al solito da Palazzo Chigi in esclusiva per il Corriere della sera. Così, ancora non sono finite le vicende del mastodontico decreto “Cura Italia”

La favola del decreto: il ministro e l’ortolano

C’era una volta… C’era una volta un decreto per affrontare l’emergenza economica dovuta al coronavirus. Il governo aveva fretta, voleva dimostrare di agire tempestivamente e, così, decise inizialmente di vararlo giovedì. Però, poi, sembrava che ci avessero ragionato poco; così lo spostarono al venerdì, dopo incontri, incontri e incontri. Tuttavia, qualche superstizioso, decise che venerdì

Perché in Italia si muore di più?

Il bilancio a martedì sera era di 10.149 casi con 631 morti e 1004 guariti. L’Italia non solo ha superato la Corea per il numero dei contagi ma ha anche il drammatico record delle vittime con un tasso di mortalità superiore al 6% (per la precisione il 6,22). In Italia si muore di più (come

Conte imita Kennedy ma fa ancora le cose a metà

Chiusa l’Italia? No, ha chiuso alcuni tipi di negozi. Ma il presidente Conte non aveva detto «chiusura di tutte le attività commerciali»? L’ha detto ma non l’ha fatto, la sua è solo una minichiusura. Davvero da non credersi, ma nonostante la gravità della situazione, il presidente del Consiglio riesce ancora a fare figuracce, degne solo

Proteggere i medici… anche dalle fake news

Va bene rinforzare il sistema sanitario con 20 mila nuovi professionisti tra medici, infermieri e operatori sanitari per affrontare adeguatamente l’emergenza. Non va bene, invece, che ogni giorno vi sono medici, infermieri e interi reparti ospedalieri messi in quarantena per essere entrati in contatto con un malato di coronavirus. Alle Molinette di Torino, al San

Viaggio alla scoperta del referendum fantasma

Ieri il governo ha deciso il rinvio del referendum, previsto per il 29 marzo, sulla riforma costituzionale che taglia il numero dei parlamentari. Un rinvio ormai obbligatorio dato che l’esecutivo ha stabilito che per 30 giorni non si possono tenere manifestazioni pubbliche. Impossibile, quindi, tenere comizi e pubblici incontri con la cittadinanza. Ufficialmente, però, la

1 2 3 10

Orwell.live vorrebbe inviarti notifiche push per tenerti aggiornato sugli ultimi articoli