Alessandro Nardone

Oltre il “dopo” ci siamo noi

3.750 accessi unici

Esistono momenti per correre, altri per tirare il fiato e altri ancora per allenarsi al fine riuscire ad andare oltre noi stessi. Quelli che ci siamo lasciati alle spalle sono mesi che hanno ridisegnato incontrovertibilmente il quadro della realtà in cui viviamo: oggi, che ci piaccia o meno, siamo tutti protagonisti di un mondo diverso

Emergenza di Stato: Conte si tiene i pieni poteri

/
6.435 accessi unici

La catalessi mediatica in cui ci ha catapultati la pandemia continua a cullarci nel torpore del liquido amniotico composto da un mix di decreti, aiuti annunciati che non arrivano mai, potenze di fuoco da milioni di miliardi che farebbero arrossire Paperon de’ Paperoni e appalti immaginifici in cui Arcuri richiede mascherine con le rotelle e

Alleanza Proporzionale

/
3.770 accessi unici

Diciamolo chiaro una volta per tutte: il concetto che «con la legge elettorale non si mangia» è una cagata pazzesca. Il motivo è semplice: il sistema elettorale è l’algoritmo che determina la governabilità e la stabilità del paese e, di conseguenza, anche la produttività del Parlamento. Cioè, per dirla terra terra, con un sistema elettorale

Da Europa dei Popoli a gara di Rutte: perché l’accordo e questa Ue sono un bluff

/
4.540 accessi unici

Tema: aiuti ai paesi dell’Unione Europea per fronteggiare l’emergenza-coronavirus. Svolgimento: 4 mesi di trattative per ottenere dei soldi il cui arrivo sarà condizionato al pieno ottenimento degli obiettivi fissati da Bruxelles, ovvero riforme strutturali come quella fiscale, delle pensioni e della giustizia. Che vuoi che sia… pinzillacchere, direbbe Totò. Morale: l’accordo raggiunto alle 5.32 tra

Bannon: «Il virus arriva dal laboratorio di Wuhan, scienziati cinesi ci daranno le prove»

/
6.000 accessi unici

«Gli esperti del laboratorio cinese al centro dei sospetti sull’origine del virus che ha contagiato l’intero pianeta hanno “disertato” e ora sono nelle mani dell’intelligence occidentale», ha affermato Steve Bannon nel corso di un’intervista al quotidiano britannico Daily Mail. Il regista della vittoria presidenziale di Donald Trump ha detto che i servizi segreti avrebbero acquisito

Quale destra? Alessandro Campi: «Fini sbagliò ma non da solo. Giorgia Meloni brava a ricostruire»

2.900 accessi unici

«Per i leader di oggi è fondamentale avere chiare le grandi partite su cui si gioca il futuro», a sostenerlo a gran voce è Alessandro Campi – docente di Storia delle dottrine politiche all’Università di Perugia e direttore responsabile del trimestrale Rivista di Politica – che è stato ospite del sottoscritto e di Carlo Cattaneo

Elezioni, Trump cambia Campaign Manager

1.785 accessi unici

«Sono lieto di annunciare che Bill Stepien è stato promosso al ruolo di Campaign Manager»,  queste le prime parole del post con cui è lo stesso Trump ad annunciare l’avvicendamento tra Stepien e Brad Parscale che, continua il presidente USA, «è stato con me per molto tempo e ha guidato le nostre straordinarie strategie digitali

Se ti voltano le spalle tu fai vedere che hai le palle

8.865 accessi unici

I gendarmi del politicamente corretto sloggino subito perché qui per loro non è proprio aria. Lo dico perché ci siamo ridotti a doverci sentire in difetto anche quando difendiamo principi basilari come famiglia, storia e identità, figuriamoci se in giro non c’è qualche soggetto talmente ignorante da accusare di omofobia chi utilizza – giustamente –

Da populista a radical chic: Giuseppe contro Giuseppi

/
14.480 accessi unici

«Se populismo significa restituire al popolo la sovranità, rivendichiamo orgogliosamente di essere populisti», un concetto chiaro, che non lascia spazio a interpretazioni, no? Certamente antitetico a quello espresso da chi afferma che «nazionalismo e populismo offrono solo paura e divisione». Si tratta semplicemente di due posizioni contrapposte, nulla di strano, anzi, per come la vediamo

Con Gandler il Calcio Como è tra i club più innovativi: vincere anche grazie ai contenuti

/
6.485 accessi unici

Fondato nel 1907, il Calcio Como ha la fortuna di giocare in uno dei contesti più suggestivi che esistano, ovvero lo Stadio intitolato a Giuseppe Sinigaglia, che si affaccia sul primo bacino del Lago da molti definito «il più bello del mondo». Certamente anche grazie all’arrivo di George Clooney, negli ultimi 20 anni il Lago

1 2 3 27