emilia rossa

21 result(s) found.

Perché l’Emilia resterà rossa (4): sistemi a confronto

0 accessi unici

In Italia ci sono solo due regioni che hanno un sistema produttivo, economico, sociale e amministrativo all’avanguardia. Oltretutto, a seguito del bipolarismo che da 30 anni caratterizza la vita politica italiana, esse rappresentano plasticamente due “modelli” antitetici, l’uno referenziale al centrodestra, l’altro alla sinistra. Stiamo parlando, evidentemente, della Lombardia e dell’Emilia-Romagna. La Lombardia ha un

Perché l’Emilia resterà rossa (3): le grandi casseforti

0 accessi unici

“Sede a Bologna in via Stalingrado”. Questa definizione sarebbe sufficiente a spiegare tutto. Il solo fatto che in una città capoluogo si mantenga ancora nella toponomastica il nome di una città che non esiste più dal 1961 (è tornata a prendere il suo nome originale di Volgograd) la dice lunga sul radicamento del comunismo in

Perché l’Emilia resterà rossa (2): il controllo sociale

0 accessi unici

Intendiamoci, è anche possibile che Lucia Bergonzoni, la candidata del centrodestra, riesca a battere il super favorito Stefano Bonaccini, rappresentate del settantennale apparato di potere comunista e post-comunista dell’Emilia-Romagna. Anche se fosse, però, non è detto che le cose possano davvero cambiare e che “quel” potere venga anche solo minimamente scalfito dalla nova amministrazione. Troppo

INCHIESTA: perché l’Emilia resterà “rossa” (1)

0 accessi unici

Le elezioni regionali. seppur posticipate al limite estremo, ormai si avvicinano. Sempre più saremo sopraffatti dal turbino di dichiarazioni, sondaggi, insulti, promesse, inchieste della magistratura, minacce, manifestazioni, numeri, slogan… Fino alla nausea. Il tema è conosciuto: il centrodestra (ma in primis la Lega) tenteranno di scalzare, per la prima volta nella storia del dopoguerra, il

Elezioni: le 5 anomalie emiliane

0 accessi unici

Siamo entrati negli ultimi 10 giorni di campagna elettorale per le elezioni regionali in Emilia, durante i quali non possono più essere diffusi i sondaggi elettorali. Ufficialmente bisogna accontentarsi degli ultimi rilevamenti che, però, tenuto conto del margine di errore, indicano di fatto un sostanziale equilibrio tra il candidato del Pd, Stefano Bonaccini, e la

Emilia-Romagna: ecco cosa teme Bonaccini

0 accessi unici

Superate le vacanze di fine anno, entra nel vivo la campagna elettorale per le regionali in Emilia-Romagna. Ormai noti i candidati a presidente e le liste ci si appresta alla voltata per questa consultazione che, al di là dei tanti proclami sui suoi limiti “locali”, influirà sicuramente sulla sorte del già traballante governo rosso-giallo di

Emilia: Bonaccini si candida per la Lega?

0 accessi unici

Un manifesto elettorale con nome e slogan in verde, senza logo di partito. Sarà di un qualche candidato leghista? Ebbene no è del compagno Stefano Bonaccini, presidente della Regione più “rossa” d’Italia, per storia e per lunga tradizione. Questo primo manifesto, con la scelta del verde come unico colore per il nome e per lo

Un altro documento inchioda Conte alle sue responsabilità

0 accessi unici

Premettiamo che non è una questione politica, ma provoca rabbia e sconcerto lo scoprire che il governo era perfettamente a conoscenza del grave rischio che il Paese correva. Era a conoscenza anche dei possibili scenari catastrofici. Eppure, nonostante ciò non ha fatto praticamente nulla, per evitare che la tragedia travolgesse l’Italia. Se qualcuno aveva ancora

Paese mio che sei sulla collina

0 accessi unici

Quante piccole cose succedono e non te lo saresti mai aspettato. Mai avrei pensato, io che non sono un gran bevitore di caffè, di provare una forte nostalgia per il caffè da bar. Ma succedono anche le grandi cose, brutte cose, e nessuno se le aspetta. Metti a Zavattarello. Se per caso abitaste in Lombardia

Lombardia sotto tiro, Piacenza dimenticata

0 accessi unici

Tutti i Tg, in questi giorni, parlano della Lombardia e delle mille inchieste che l’unica magistratura funzionante e solerte esistente in Italia ha aperto. Non contenti, adesso cercano di mettere sotto accusa anche il Piemonte; poi sarà la volta del Veneto… Dei ritardi, degli errori, delle omissioni, delle colpe gravi e delle iniziative vergognose di