sbarco sulla Luna

I primi passi dell’uomo sulla Luna

1 min read

Tutti ricordiamo la sera del 20 luglio 1969. 51 anni fa l’uomo sbarcò per la prima volta sulla Luna. La missione Apollo 11 fu seguita da 900 milioni di persone tra cui 20 milioni erano italiani. Infatti è stato uno dei fatti che ha inciso maggiormente sulla nostra storia.

Quest’ impresa fu significativa non solo dal punto di vista scientifico, ma anche da quello umano. Nonostante le tensioni causate dalla Guerra Fredda e dalle rivalità politiche tra Stati Uniti e Unione Sovietica, le persone avevano un’unico pensiero: lo sbarco sulla Luna.

Gli astronauti ricordati per aver preso parte a questa missione sono Neil Armstrong, Buzz Aldrin e Michael Collins. La navicella spaziale, che venne lanciata 3 giorni prima, era composta da tre parti: il modulo di comando Columbia che ospitava gli astronauti, un modulo di servizio utile per il rifornimento di energia elettrica, ossigeno e acqua, e il modulo lunare Eagle. La navicella era rappresentata da un’aquila con un ramo di ulivo tra gli artigli, simbolo rappresentante l’allunaggio pacifico da parte degli Stati Uniti. Questa infatti è stata una grande conquista per l’intero pianeta, come dimostrano le parole di Armstrong: “ Questo è un piccolo passo per un uomo, un passo da gigante per l’umanità”. Inoltre lasciarono sul suolo lunare la bandeira americana con un messaggio di pace.

Gli astronauti si fermarono sulla Luna per circa due ore e mezzo, scattarono diverse fotografie e raccolsero materiale da analizzare.

 

Articolo precedente

Il vero problema dell'Italia? L’inarrestabile tracollo demografico

Prossimo articolo

Falcone, Borsellino e il marcio da spazzare via

Gli ultimi articoli di Blog