Rimaniamo in contatto

Ciao, cosa stai cercando?

Paolo Borsellino
Paolo Borsellino

Facts

La morte di Paolo Borsellino nella strage di via D’Amelio

Oggi ricordiamo un triste evento che scosse il capoluogo siciliano: la strage di via D’Amelio. Domenica 19 luglio 1992, in via Mariano D’Amelio 21, la città di Palermo rimase vittima di una tremenda esplosione che fece perdere la vita al magistrato italiano Paolo Borsellino e a cinque agenti della scorta: Claudio Traina, Emanuela Loi, Agostino Catalano, Vincenzo Li Muli e Eddie Walter Cosina.

Borsellino, insieme al suo amico e collega Giovanni Falcone, era una delle figure più importanti nella lotta contro Cosa Nostra, la mafia siciliana. Quest’ultima riteneva necessario eliminare il magistrato per due motivi ben precisi: innanzitutto Borsellino aveva una strategia per combattere il fenomeno mafioso, che avrebbe retto in sede processuale. Inoltre, essendo palermitano, conosceva alla perfezione gli uomini appartenenti a Cosa Nostra: gli sguardi, i codici, la logica. Poichè Giovanni Falcone era stato ucciso qualche giorno prima, il 23 maggio 1992, Borsellino sarebbe diventato il principale nemico della mafia. E questo sarebbe stato un grande ostacolo.

La morte di Borsellino ha sempre nascosto un lato oscuro, ci sono alcuni dettagli inspiegabili come per esempio la scomparsa della sua agenda rossa. La portava sempre con sè, e dopo la sua morte, sembra sia scomparsa e non è mai stata ritrovata. I suoi collaboratori riferirono che dopo la morte di Falcone iniziò a scrivere degli appunti, ma nessuno saprà mai il vero contenuto.

Questa strage ha causato anche danni molto gravi agli edifici ed esercizi commerciali vicini e soprattutto sono morte molte famiglie che abitavano in quel palazzo.

Alissia Casiglio
Articolo di

Articoli che potrebbero interessarti

Insieme ce la faremo

A 28 anni dalla duplice strage di Giovanni Falcone e di Paolo Borsellino, il 23 maggio e il 19 luglio 1992, abbiamo le prove...

TgPop

LE MANI DELLE MAFIE SULL’AGROALIMENTARE La chiamano mafia liquida perché, come un blob, arriva ovunque senza conoscere barriere e confini: sono le mani della...

Coronavirus

L’emergenza coronavirus oltre a coinvolgere l’ambito sanitario su tutti i fronti, genera implicitamente un pericolo economico dovuto al blocco quasi totale delle attività su...

Italia

Cara Vittoria, quando sarai grande ricorderai questo periodo emozionandoti ogni volta che in televisione (se ci sarà ancora) trasmetteranno le immagini di quello che...

Vorremmo avvisarti quando pubblichiamo nuovi articoli!