Grandi infrastrutture, il “Modello Ponte di Genova” è replicabile?

1 min read

Aver riaperto non significa automaticamente essere ripartiti. Per farlo occorre stimolare l’economia attraverso impulsi concreti, tra i quali spicca quello relativo alle grandi infrastrutture. A questo proposito, il “Modello Ponte di Genova” è applicabile anche altrove? Quali altre iniziative si possono intraprendere per eliminare vincoli i burocratici che spesso inceppano tutto il meccanismo?

Ne ha parlato Carmine Festa (Caporedattore del Corriere della Sera Torino) che ha stimolato un dibattito interessante e senza peli sulla lingua con il sottosegretario al Ministero Infrastrutture e Trasporti, Sen. Salvatore Margiotta, l’Ad di Triboo Spa e già presidente ICE, Riccardo Maria Monti e Federico Giordano, Head of Infrastructure di UBI Banca.

«Questo è il primo di una serie di eventi d’approfondimento organizzati dagli studi legali Di Matteo, Scarpato e Senni», ha spiegato nel suo intervento introduttivo l’Avv. Gianni Scarpato, che ha anticipato anche il prossimo appuntamento «che sarà improntato su un altro tema centrale, quello della sanità, e si terrà lunedì 13 luglio alle ore 15:00».

Vi aspettiamo.

Articolo precedente

Cancellare e cancelleremo!

Prossimo articolo

Dal Web alle piazze: il fenomeno QAnon

Gli ultimi articoli di Blog