Antonia Fiore: «Comunicare attraverso le emozioni»

ORWELL ACADEMY: I nostri corsi per te

tempo di lettura 5 minuti

Da diversi giorni la Orwell Academy ha messo gratuitamente a disposizione i suoi corsi on line, per venire incontro alle richieste di tante persone bloccata a casa dall’emergenza coronavirus, desiderose di utilizzare bene il loro tempo ma anche colpite preoccupate per le difficioltà economiche del momento.

Per fruire dei nostri corsi è sufficiente cliccare su questo link e compilare il form: riceverete un’email con le credenziali per accedere liberamente a tutte le lezioni.

Personal branding, videomaking, millenial communication, content marketing, personal coaching e digital innovation: sono tutti argomenti che l’emergenza attuale ha reso ancora più centrali rispetto a prima, a cui ci approcciamo coerentemente grazie al Metodo Orwell, il libro che racchiude il nostro vero e proprio “sistema di comunicazione”.

Vi vogliamo ora far conoscere meglio i nostri docenti e capire anche cosa ne pensano loro di questi corsi on line.

Abbiamo già sentito Alessandro Nardone, Guido Giraudo e Francesco Fabiano; è ora la volta di Antonia Fiore, content creator ed esperta di comunicazione video. Ha iniziato la sua carriera come fotografa di moda in Puglia per poi trasferirsi a Milano, nel 2015, dove lavora con importanti brand e personaggi del settore. Si appassiona alla comunicazione video e all’editing e, in breve, raggiunge collaborazioni importanti anche con la tv.

Antonia, per quale motivo consiglieresti a un amico di seguire il tuo corso?

Il corso è stato creato per tutti coloro che vogliono migliorare l’efficacia della loro comunicazione attraverso i video e lo storytelling. Stiamo entrando nella società del “cuore” dove le emozioni governano le decisioni di acquisto dei clienti. Le aziende e gli imprenditori della nuova era devono mirare a far vivere delle vere e proprie esperienze ai consumatori, invece, che esporre solo le caratteristiche tecniche che differenziano i loro prodotti o servizi da tutti gli altri.
Lo storytelling è l’unico strumento in grado di sviluppare empatia immediata e, di conseguenza, fiducia nei confronti del messaggio che si vuole trasmettere. Una vera e propria arte di raccontare una storia in grado di umanizzare il rapporto tra azienda e cliente. Il video è il mezzo più usato oggi dai marketer digitali (e non solo) per raccontarsi al pubblico. Più queste esperienze sono nuove, interessanti e cariche di emozioni, più le persone le ricorderanno con facilità.
Se vuoi che le persone condividano i messaggi che lanci, si ricordino di te, della tua azienda e del motivo per cui scelgono di rivolgersi a te invece che ad altri, non puoi non apprendere questi indispensabili strumenti di comunicazione che troverai in questo corso.

Tu stessa seguiresti un altro corso dell’Academy?

Assolutamente sì. Ho avuto l’opportunità di condividere con altri docenti questo fantastico percorso e ascoltare in prima persona le loro esperienze. Ciò che contraddistingue il metodo Orwell da tutte le migliaia di corsi online che si trovano ovunque è la semplicità con la quale si affrontano tutti gli argomenti, anche quelli più complessi. Abbiamo scelto di mettere al primo posto l’esperienza dell’utente e di rendere quanto più stimolante e interattiva la sua permanenza sulla nostra piattaforma. Sono corsi che si completano l’un l’altro. Perciò lo definiamo un Percorso. Un percorso che step by step porta l’utente ad acquisire competenze oggi fondamentali per sopravvivere al cambiamento al quale stiamo assistendo.

Chi è per te un “digital leader”?

A mio avviso è un curioso osservatore. La curiosità è un elemento fondamentale di crescita sia a livello personale, sia a livello professionale. Non accettare tutto passivamente solo perché “si è sempre fatto così” ma spingersi oltre e farsi domande diverse ogni giorno per costruire realtà sempre più innovative e attente ai bisogni dei consumatori.
Un digital leader ha la capacità di osservare attentamente il mondo che lo circonda per trarne quanti più insegnamenti possibili. Ama imparare sempre cose nuove per non rimanere indietro ed essere al passo con le nuove dinamiche che caratterizzano la nuova era digitale che stiamo vivendo.
Un’altra importante caratteristica che dovrebbe avere un digital leader è il coraggio. Il coraggio di esporsi, di sperimentare, di prendere decisioni. Sono ben poche le realtà in grado di staccarsi da vecchi dogmi per accogliere approcci più freschi preferendo la “sicurezza” di percorrere strade già battute invece che a quelle migliori da seguire.

Lascia un commento

Articolo precedente

Non di solo pane...

Prossimo articolo

Orwell e Mine insieme per difendere la privacy

Gli ultimi articoli di Blog