Hoop: ecco qua il nuovo Tinder per Snapchat

Una nuova e divertente App pensata per gli adolescenti che è balzata rapidamente ai primi posti delle classifiche

0 views
7 mins read

Fan di Tinder, appassionati di Snapchat, iniziate a gioire: è arrivata il nuovo “Tinder per Snapchat” e negli Stati Uniti non si fa che parlarne. Si chiama Hoop e, forte dei suoi 2,5 milioni di download, è già balzata al numero due della classifica su App Store. Il motto? “Trova nuovi amici su Snapchat usando Hoop! Per ogni profilo che scopri, puoi chiedergli lo username che utilizza su Snapchat o passare al profilo successivo”. Ma vediamola insieme nel dettaglio.

La piattaforma per sviluppatori di Snapchat si sta espandendo come porta d’accesso privilegiata per gli utenti adolescenti di App social.

Hoop è l’ultimo blockbuster di Snap Kit, lo strumento di sviluppo lanciato da Snap Inc., azienda che si cela dietro a Snapchat. Come lascia intendere il nome, si tratta di una piccola cassetta degli attrezzi che consente d’integrare le funzioni del social su altri servizi di terze parti, o anche viceversa, estendendo le funzionalità dell’App in modo ancora più ampio e creativo.

Hoop, come dicevamo, è salita alle stelle, fino al secondo posto delle classifiche complessive dell’App Store con la sua interfaccia di scorrimento in stile Tinder per scoprire persone e chiedere di inviare messaggi con loro su Snapchat. Nel giro di una settimana, Dazz, startup francese virale e non finanziata, ha visto Hoopguadagnarsi milioni di download.

Il fatto che uno stile così incredibilmente semplice e già comune di App sia stato in grado di scalare le classifiche così velocemente dimostra il potenziale di Snap Kit per guidare l’utente direttamente dentro il mondo di Snapchat.

Con il suo utilizzo si creano nuove ragioni per gli utenti di configurare un account Snapchat e continuare a utilizzarlo. È la stessa strategia che ha reso Facebook una parte radicata di Internet, ma questa volta è per un pubblico più giovane.

Nella prima intervista su Hoop, i co-fondatori di Dazz, 26 anni, Lucas Gervais e Alexi Pourret hanno rivelato che l’idea di fondare Hoop è venuta guardando i modelli degli utenti nel loro precedente esperimento sulla piattaforma Snap Kit. Nel 2018 hanno creato un’App chiamata Dazz che consente agli utenti di creare sondaggi e ottenere risposte anonime dagli amici, ma hanno notato che i loro 250.000 utenti “finivano sempre per aggiungersi su Snap. Quindi abbiamo deciso di creare Hoop, l’App per fare nuove amicizie Snap”, ha dichiarato Gervais.

Gervais e Pourret sono amici dall’età di due anni, sono cresciuti in una piccola città della Francia. Hanno incontrato i loro due sviluppatori al liceo e ora sono studenti di marketing all’università. Con Hoop, affermano che l’obiettivo era quello di «soddisfare le esigenze di tutti, dal collegare persone di culture diverse per aiutare le persone sole a sentirsi meglio per far crescere semplicemente la tua comunità Snapchat».

All’inizio, Hoop per iOS o Android sembra proprio Tinder. Si crea un account con alcune foto e informazioni biografiche e si inizia a scorrere i profili. Se ti piace qualcuno, tocca un pulsante Snapchat per richiedere il suo nome utente Snap in modo da potergli inviare un messaggio.

Poi Hoop rivela, però, la sua sapiente viralità e strategia di monetizzazione. Anziché consentirti di “scorrere a destra” all’infinito e avvicinarti così a tutte le persone che vuoi, Hoop limita le tue richieste facendoti spendere la sua valuta “diamanti” in-App. Dopo circa 10 richieste di chat, dovrai guadagnare più diamanti. Puoi farlo condividendo e facendo in modo che gli amici aprano il tuo link di invito all’App, aggiungendo su Snapchat persone che incontri su Hoop, accedendo ogni giorno, partecipando a un sondaggio, guardando un annuncio video e completando le offerte iscrivendoti ai servizi di streaming o fornitori di assicurazione auto. Puoi scambiare anche diamanti per la valutazione di Hoop nell’App Store, anche se ciò potrebbe compromettere le regole di Apple.

Queste tattiche hanno aiutato Hoop a salire al secondo posto nella classifica generale iOS e al n. 1 nella classifica Social Apps il 24 gennaio. Ora è al n.83 in totale e al n.7 nei social, sopra ad App come Discord, LinkedIn, Skype e il nuovo successore di Vine Byte. Hoop ha avuto oltre 3 milioni di installazioni nell’ultima settimana.

Ci sono certamente alcune preoccupazioni, però. Gervais afferma che «Non siamo un’App per meeting o incontri. Offriamo semplicemente un modo semplice per fare nuove amicizie con Snap». Poiché però Tinder non è disponibile per le persone di età inferiore ai 18 anni, molti potrebbero rivolgersi a Hoop. Per fortuna, gli adulti non possono vedere i profili degli utenti di età inferiore ai 18 anni e viceversa e gli utenti vedono solo potenziali corrispondenze nella loro fascia di età. Tuttavia questo non riduce i rischi perché gli utenti potrebbero modificare la loro età.

Strumenti come AWS di Amazon hanno reso sempre più semplice la creazione di una startup con un team snello e pochi soldi. La capacità di Snap Kit di consentire agli sviluppatori di saltare il processo di creazione e gestione dell’account è un altro passo in quella direzione. Ma il potere di infondere viralità è qualcosa che nemmeno Facebook ha mai realizzato, sebbene abbia contribuito a costruire imperi per sviluppatori come Zynga.

Se Snap può continuare a creare utili strumenti di sviluppo, magari aggiungendo alla sua piattaforma la scansione degli oggetti del mondo reale, i filtri di realtà aumentata e le videochiamate, un account Snapchat potrebbe diventare un must per chiunque desideri utilizzare le App di prossima generazione, in una strategia “win-win” dove vincono sia Snapchat che l’universo delle sue App correlate.

 

 

Lascia un commento