Lo smarthphone esorcizzato diventa una fonte antistress

Guida alle App che ci possono aiutare a ritrovare l’equilibrio psico-fisico minacciato dall’eccessivo uso delle tecnologie

tempo di lettura 6 minuti

Questi smarthphone sempre con noi, attaccati a noi, quasi come una possessione diabolica, sono spesso accusati di generare ansia con fenomeni di panico, stress psicofisico oppure disturbi comportamentali sollecitati dall’alterazione del ritmo sonno-veglia; e chi più ne studia (di patologie emergenti) più ne riscontrerà.

Dunque che fare? Come diceva lo psicologo Carl Gustave Jung: dove c’è il pericolo…c’è anche la salvezza!

Sta dunque all’utente “posseduto” dalle attività eccessive del suo smarthphone redimersi, alla ricerca di una qualche benigna divinità protettrice (sotto forma di App) a cui rivolgersi e affidarsi per attuare una procedura “esorcistica”.
A tal fine, si è pensato di osservare e studiare una nascente classe di giovani, che hanno il pregio dell’impegno a lenire questi ormai conosciuti e sempre pericolosi effetti deleteri dello smarthphone… magari con l’uso di curiose e provvidenziali App!

LO SMARTHPONE COME AMULETO PROTETTIVO

Nella vita reale, tridimensionale… esistono la musicoterapia e le tecniche auto-ipnoinducenti, ovvero parole che aiutano a distendere gli stati di tensione del sistema nervoso centrale e periferico. Anche senza applicare laboriose e sofisticate tecniche (come quelle descritte da Boris Luban-Plozza ne Il Terzo Orecchio), diventa possibile, con buoni risultati, puntare semplicemente sulla ricerca empirica di brani graditi al nostro orecchio per ottenere un effetto terapeutico di liberazione del di-stress negativo presente nel corpo e nella mente. Ciò avviene attraverso una normale reazione serotoninergica d’innalzamento del tono dell’umore all’ascolto di musica gradevole.

Se, oltre agli effetti della musica, vi lasciate anche suggestionare dal potere del logos – le buone e sane parole che aiutano a rincuorarci nelle difficoltà, che possono ancora stupirci perché in grado di cullarci in gradevoli e benefiche ninna nanne ristoratrici – ebbene anche queste arcaiche psicoterapie vocali riusciremo a trovarle in rete.

Quindi, in questa vita virtuale, ormai irrinunciabile, che mina i nostri sani equilibri, occorre propriamente utilizzare lo stesso feticcio del male – lo smarthphone – e trasformalo in un prezioso amuleto, un talismano interattivo risanatore delle forze del male, del di-stress!

COME ATTIVARE L’ESORCISMO DALLO STRESS?

Per interagire con la parte “buona”, spirituale, dello smarthphone, basta dotarsi di cuffiette, cercare in rete le App che offrono brani musicali che efficacemente terapizzano e ridimensionano gli stati di coscienza alterati o, meglio ancora, quelli prodotti dall’incoscienza.

Cercate, poi, un luogo nella vostra stanza con poca luce ma soffusa, oppure, se è estate, cercate una panchina in un parco o un prato o una spiaggia. Inserite le cuffiette, instaurate un ritmo respiratorio lento, costante e profondo. A ogni espirazione, con volontà invitate tutti i muscoli tesi del vostro corpo a distendersi liberandosi dallo stato inziale di tensione neuromuscolare. Piano piano, procedendo con il ritmo respiratorio regolare, lento e costante, entrate in uno stato di intorpidimento del corpo, dove però rimane sveglia, lucida, calma e tranquilla la mente che attiva e gestisce questo auto- trattamento.

QUALI SONO LE APP ANTISTRESS?

Vediamo qualche App collaudata da adolescenti. Se vogliamo andare sul religioso (in fondo parlavamo di scacciare demoni) si può provare l’App: Michele + Chi è come Dio! Vi sentirete guidati nella preghiera di San Michele Arcangelo e ricondotti a uno stato di “beatitudine”.
Se, invece, restiamo in un ambito più tradizionale, vi è un’App che si chiama: Primephonic – Musica Classica per Iphone e Android. Si tratta di una App simpatica e funzionale per coloro che percepiscono la musica classica come una forma di musicoterapia rilassante che aiuta a liberare la mente dallo stress.

Se avete tensioni psicosomatiche, disturbi ostearticolari e umore irritabile cercate questa App simpatica, funzionale e molto efficace: Training Autogeno: Musica Connessione Corpo-Mente. Con 15 minuti al giorno di ascolto e visualizzazione programmabile con una playlist completa di musica per la meditazione, composta da particolari frequenze che aiutano il sistema nervoso centrale e periferico a ottenere sollievo dai dolori e dalle algie del corpo, dirigendovi a una buona armonia funzionale mente-corpo.

Infine, se avete estro artistico e sensibilità per i colori, c’è l’App Line Art: Colora per numero. Avete la possibilità di colorare, con chiara funzione antistress, più di 550 template di disegni con aree bianche numerate da dipingere a vostro libero piacimento creativo. Questa metodica di arte terapia non solo libera le tensioni nervose ma provvede anche a una buona gratificazione emotiva nel realizzare creazioni personali.

 

== Il dottor Angelo Musso è psicologo e psicoterapeuta a Torino. Incaricato di Psicodiagnostica e Psicoterapia presso la S.S. di Psicologia e Psicopatologia dello Sviluppo dell’ASLCN1.

Lascia un commento

Articolo precedente

Tutti i tool per navigare sicuri sul web

Prossimo articolo

Pensiero critico: Alain Finkielkraut

Gli ultimi articoli di Blog